Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Cancellazione di ipoteca

Cancellazione di ipoteca giudiziale e volontaria: come e quando

Postato da : Redazione | dicembre 7, 2017

cancellazione ipoteca volontaria

E’ possibile cancellare l’ipoteca volontaria in due modi:

a) Mediante modalità automatica (se relativa ad un mutuo fondiario); in tal caso la Banca deve comunicare l’estinzione del mutuo, entro trenta giorni da essa, senza alcuna spesa per il debitore, all’Agenzia del Territorio.

b) Mediante atto notarile; in tal caso il Notaio provvederà alla redazione di un atto denominato “di assenso alla cancellazione di ipoteca” che dovrà essere sottoscritto dal creditore.

Le spese sono a carico del debitore.

Con la c.d. legge Bersani (legge n. 40/2007), successivamente modificata e trasfusa – per quanto attiene la cancellazione delle ipoteche – nell’articolo 40 bis del testo unico bancario, è stato stabilito che le cancellazioni possono essere gestite in un rapporto diretto tra banca e Uffici dei Registri Immobiliari, senza che venga chiamato necessariamente ad intervenire il notaio Si tratta delle ipoteche iscritte a favore delle banche a garanzia di un debito già estinto.

In sintesi, l’articolo 40 bis prevede che:

1) l’ipoteca a garanzia di obbligazioni dovute ad un contratto di mutuo stipulato o accollato a seguito di frazionamento, ancorché annotata su titoli cambiari, si estingue automaticamente alla data in cui è stato saldato il debito;

2) Il creditore rilascia al debitore quietanza attestante la data di estinzione dell’obbligazione e trasmette al conservatore la relativa comunicazione entro trenta giorni dalla stessa data, senza alcun onere per il debitore e secondo le modalità determinate dall’Agenzia del territorio.

3) Decorso il termine di trenta giorni il conservatore, accertata la presenza della comunicazione di cui al punto 2) e in mancanza della comunicazione di opposizione alla cancellazione, procede d’ufficio alla cancellazione dell’ipoteca entro il giorno successivo e fino all’avvenuta cancellazione rende comunque conoscibile ai terzi richiedenti la comunicazione suddetta.

Per gli atti previsti nei punti precedenti non è necessaria l’autentica notarile.

Ipoteche giudiziali

L’articolo 2818 cod. civ. stabilisce che determinati provvedimenti giudiziali costituiscono titolo per l’iscrizione di ipoteca sui beni del debitore.

In questa ipotesi, la cancellazione della ipoteca richiede un provvedimento del Giudice che ordini la cancellazione.

Cancellazione di ipoteca

Cancellazione di ipoteca

Tags

cancellazione ipoteca volontaria

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.