Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Category Archives: Codice della strada

Competenza del Giudice di Pace in opposizioni a sanzioni amministrative per violazione del codice della strada : chiarimenti delle Sezioni unite.

Cassazione civile, Sez. Unite, 27-04-2018, n. 10261

Postato da : Redazione, maggio 3, 2018

La natura giuridica della competenza del Giudice di Pace del D.Lgs. 1 settembre 2011, n. 150, ex art. 6, relativa alle controversie aventi ad oggetto opposizione a sanzioni amministrative per violazione del codice della strada è competenza per materia ed in alcune ipotesi con limite di valore; la natura giuridica della competenza del Giudice di pace


Rifiuto della richiesta di comunicare i dati personali e della patente di guida art. 126 bis C.d.S.

Cassazione civile, Sez. II, Ord., 18-04-2018, n. 9555

Postato da : Redazione, aprile 23, 2018

Ai fini dell’applicazione dell’art. 126 bis C.d.S., occorre distinguere il comportamento di chi si disinteressi della richiesta di comunicare i dati personali e della patente del conducente, non ottemperando, così, in alcun modo all’invito rivoltogli (contegno per ciò solo meritevole di sanzione) e la condotta di chi abbia fornito una dichiarazione di contenuto negativo, sulla


Violazione limite di velocità: come posizionare la segnaletica?

Cassazione civ., sez. I, Ord., 09.10.2017, n. 23566

Postato da : Redazione, novembre 28, 2017

In materia di accertamento di violazioni delle norme sui limiti di velocità, compiuto mediante dispositivi o mezzi tecnici di controllo, il cartello di avviso della presenza della postazione di rilevamento deve essere apposto in modo da garantirne la corretta percepibilità e leggibilità, D.P.R. n. 495 del 1992, ex art. 79, comma 5, sicchè è illegittimo


Illecito amministrativo: limiti ed estensione della responsabilità solidale

Cassazione civ., SS.UU., Sent., 22.09.2017, n. 22082

Postato da : Redazione, novembre 28, 2017

All’interno del sistema dell’illecito amministrativo la solidarietà prevista dalla L. n. 689 del 1981, art. 6 non si limita ad assolvere una funzione di sola garanzia, ma persegue anche uno scopo pubblicistico di deterrenza generale nei confronti di quanti, persone fisiche o enti, abbiano interagito con il trasgressore rendendo possibile la violazione. Pertanto, l’obbligazione del


Sanzione pecuniaria per violazione codice strada: quale opposizione proporre?

Cassazione civ., SS.UU., Sent., 22.09.2017, n. 22080

Postato da : Redazione, novembre 28, 2017

L’opposizione alla cartella di pagamento, emessa ai fini della riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria comminata per violazione del codice della strada, va proposta ai sensi del D.Lgs. 1 settembre 2011, n. 150, art. 7 e non nelle forme della opposizione alla esecuzione ex art. 615 cod. proc. civ., qualora la parte deduca che essa


Noleggio con conducente: contratto di appalto esclude prestazione di taxi

Cassazione Civile, Sez. II, Sent.,19-05-2017, n. 12679

Postato da : Redazione, novembre 28, 2017

In tema di noleggio con conducente, l’esistenza del contratto di appalto induce a individuare nel committente della prestazione l’effettiva parte contraente di quella prestazione di messa a disposizione dell’auto e del suo conducente; prestazione rispetto alla quale i clienti del committente non possono essere considerati un pubblico indifferenziato, essendo essi chiaramente identificabili come soggetti potenzialmente


Infrazione al codice della strada: presenza del dolo eventuale

Cass. pen. Sez. IV, 01-04-2014, n. 15040

Postato da : Redazione, novembre 28, 2014

L’elemento soggettivo del reato previsto dall’art. 189 C.d.S., comma 7, è integrato anche in presenza del dolo eventuale, ravvisabile in capo all’utente della strada il quale, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento ed avente connotazioni tali da evidenziare in termini di immediatezza la concreta eventualità che dall’incidente sia derivato danno alle persone,


Prelievo ematico: non sussiste obbligo di avviso della facoltà di farsi assistere da un difensore

Cass. civ. Sez. VI – 2, Ord., 24-02-2014, n. 4405

Postato da : Redazione, novembre 28, 2014

In tema di guida in stato di ebbrezza, il prelievo ematico compiuto nell’ambito della esecuzione di ordinari protocolli di pronto soccorso al di fuori della emersione di figure di reato e di attività propedeutiche al loro accertamento non rientra nel novero degli atti di cui all’art. 356 c.p.p., sicché non sussiste alcun obbligo di avviso,


Presupposti che legittimano la revisione della patente di guida

T.A.R. Piemonte Torino Sez. II, Sent., 13-02-2014, n. 270

Postato da : Redazione, novembre 28, 2014

La giurisprudenza amministrativa ha più volte chiarito che il presupposto che legittima la revisione della patente di guida risiede, ai sensi dell’art. 128, comma 1, del Codice della Strada (D.Lgs. n. 285 del 1992), nell’insorgenza di dubbi sulla persistenza, nel titolare, dei requisiti fisici e psichici o della idoneità tecnica; ciò che legittima l’Autorità competente


Le diverse ipotesi di guida in stato di ebbrezza integrano autonome fattispecie incriminatici

Cass. pen. Sez. IV, 04-12-2013, n. 48573

Postato da : Redazione, novembre 28, 2013

Le diverse ipotesi di guida in stato di ebbrezza, previste dall’art. 186 C.d.S., comma 2, a seguito delle modifiche introdotte dal D.L. n. 117 del 2007, convertito con modificazioni nella L. n. 160 del 2007 – oggetto poi di ulteriori modifiche – integrano autonome fattispecie incriminatici, non ricorrendo alcun rapporto di specialità tra le diverse


Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.