Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Category Archives: Diritto processuale civile

La Suprema Corte pone un principio di diritto in caso di mancata liquidazione delle spese nel dispositivo della sentenza

Cassazione civile, Sez. Unite, 21-06-2018, n. 16415

Postato da : Redazione, giugno 24, 2018

A fronte della mancata liquidazione delle spese nel dispositivo della sentenza, anche emessa ex art. 429 c.p.c., sebbene in parte motiva il giudice abbia espresso la propria volontà di porle a carico della parte soccombente, la parte interessata deve fare ricorso alla procedura di correzione degli errori materiali di cui agli artt. 287 e ss. c.p.c.


La Suprema Corte ha chiarito le conseguenze dal punto di vista processuale della cancellazione d’ufficio delle società del gruppo Equitalia dal registro delle imprese

Cassazione civile, Sez. V, Ord., 15-06-2018, n. 15869

Postato da : Redazione, giugno 24, 2018

La Suprema Corte ha chiarito che la cancellazione d’ufficio delle società del gruppo Equitalia dal registro delle imprese con relativa successione a titolo universale in favore dell’Agenzia delle entrate-riscossione, non ha determinato una successione nel processo ai sensi dell’art. 110 c.p.c., bensì una successione nei rapporti giuridici controversi ex art. 111 c.p.c., considerato che, a


Giudizi di responsabilità civile promossi contro lo Stato, ex L. 1988/117: la Suprema Corte chiarisce la competenza per territorio qualora siano coinvolti più giudici

Cassazione civile, Sez. Unite, 07-06-2018, n. 14842

Postato da : Redazione, giugno 10, 2018

Nei giudizi di responsabilità civile promossi contro lo Stato, ai sensi della L. 17 aprile 1988, n. 117, per il risarcimento dei danni conseguenti a comportamenti, atti o provvedimenti posti in essere da magistrati con dolo o colpa grave nell’esercizio dello loro funzioni, quando più giudici, di merito e di legittimità, cooperino a fatti dolosi


Riconoscimento di sentenza del giudice straniero di adozione piena di un minore, da parte di una coppia omogenitoriale coniugata all’estero: i chiarimenti della Suprema Corte

Cassazione civile Sez. I, Ord., 31-05-2018, n. 14007

Postato da : Redazione, giugno 10, 2018

Può essere riconosciuta nel nostro ordinamento la sentenza del giudice straniero di adozione piena di un minore, da parte di una coppia omogenitoriale coniugata all’estero il cui matrimonio sia stato riconosciuto in Italia in quanto non contraria all’ordine pubblico, considerato che trova applicazione la disciplina legislativa di diritto internazionale privato ex artt. 64 e ss.


La Suprema Corte ritorna sul contrasto giurisprudenziale in ordine all'ambito di inammissibilità della revocazione

Cassazione civile, Sez. VI, Ord., 17-05-2018, n. 12046

Postato da : Redazione, giugno 8, 2018

La Suprema Corte ritiene che la lettura più ampia dell’ambito di inammissibilità della revocazione, pur apprezzabilmente ispirata dalla finalità di offrire maggior spazio al riesame delle questioni, non sia condivisibile e che debba, invece, essere riaffermato il precedente orientamento, che nega la revocazione solo nel caso in cui l’errore denunciato abbia comportato un vizio relativo


Protezione internazione: la prima sezione ha rimesso la causa davanti alle Sezioni Unite con riguardo alla questione dell’atto introduttivo dell’impugnazione della pronuncia di primo grado, dopo l’entrata in vigore dell’art. 27 del d.lgs. n. 142 del 2015

Cassazione civile, Sez. I, Ord., 09-05-2018, n. 11232

Postato da : Redazione, maggio 19, 2018

Protezione internazione: la prima sezione dispone la trasmissione degli atti al Primo Presidente per l’eventuale rimessione della causa davanti alle Sezioni Unite con riguardo alla questione dell’atto introduttivo dell’impugnazione della pronuncia di primo grado, dopo l’entrata in vigore dell’art. 27 del d.lgs. n. 142 del 2015. Svolgimento del processo Che: 1. I.K., cittadino maliano, ha


Le Sezioni Unite chiariscono il termine prescrizionale e la relativa decorrenza del diritto ad una somma di denaro per ciascuna giornata di detenzione in condizioni non conformi ai criteri CEDU

Cassazione civile, Sez. Unite, 08-05-2018, n. 11018

Postato da : Redazione, maggio 19, 2018

Il diritto ad una somma di denaro pari a otto Euro per ciascuna giornata di detenzione in condizioni non conformi ai criteri di cui all’art. 3 della Convenzione dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, previsto dall’art. 35 ter, comma 3, ord. pen., si prescrive in dieci anni, che decorrono dal compimento di ciascun giorno


Secondo il diritto dell'UE e le norme, anche tecniche, di diritto interno, le firme digitali di tipo CAdES e di tipo PAdES, sono entrambe ammesse ed equivalenti, sia pure con le differenti estensioni ".p7m" e ".pdf", e devono, quindi, essere riconosciute valide ed efficaci, anche nel processo civile di cassazione

Cassazione civile, Sez. Unite, 27-04-2018, n. 10266

Postato da : Redazione, maggio 3, 2018

Secondo il diritto dell’UE e le norme, anche tecniche, di diritto interno, le firme digitali di tipo CAdES e di tipo PAdES, sono entrambe ammesse ed equivalenti, sia pure con le differenti estensioni “.p7m” e “.pdf”, e devono, quindi, essere riconosciute valide ed efficaci, anche nel processo civile di cassazione, senza eccezione alcuna. Svolgimento del


Il legislatore ha attribuito al giudice ordinario la giurisdizione sui ricorsi avverso le decisioni di trasferimento adottate dall'Unità Dublino, attribuendo la competenza al Tribunale in composizione collegiale, sezione specializzata in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell'U.E.

Cassazione civile, Sez. Unite, Ord., 30-03-2018, n. 8044

Postato da : Redazione, aprile 14, 2018

Il legislatore ha espressamente attribuito al giudice ordinario la giurisdizione sui ricorsi avverso le decisioni di trasferimento adottate dall’Unità Dublino, attribuendo la relativa competenza al Tribunale in composizione collegiale, sezione specializzata in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’U.E.. Svolgimento del processo – Motivi della decisione 1. M.A.M., cittadino straniero, ha


La Suprema Corte chiarisce come può essere introdotta la controversia relativa ai compensi degli Avvocati e le conseguenze in caso di proposizione di domanda riconvenzionale del cliente sul rito applicabile

Cassazione Civile, Sez. Unite, 23-02-2018, n. 4485

Postato da : Redazione, marzo 2, 2018

A seguito dell’introduzione del D.Lgs. n. 150 del 2011, art. 14, la controversia di cui alla L. n. 794 del 1942, art. 28, come sostituito dal citato D.Lgs., può essere introdotta: a) o con un ricorso ai sensi dell’art. 702-bis c.p.c., che dà luogo ad un procedimento sommario “speciale”, disciplinato dal combinato disposto dell’art. 14 e degli artt. 3 e 4 del


Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.