Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 – Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

PREU sulle somme giocate mediante apparecchi da intrattenimento: la Suprema Corte chiarisce le conseguenze in caso di esercizio illecito delle apparecchiature
Cass. Civ., sez. V, 08/06/2018, n. 14934
Postato da : Redazione, giugno 18, 2018

In tema di prelievo erariale unico (c.d. PREU) sulle somme giocate mediante apparecchi da intrattenimento ex art. 110, comma 6, Tulps, in caso di esercizio illecito delle apparecchiature, sì da determinare una trasmissione in via telematica di dati di gioco difformi da quelli effettivamente realizzati, il concessionario di rete, ai sensi dell’art. 39, quater, comma


Riscossione delle imposte e omissione della notifica di un atto presupposto: conseguenze
Riscossione delle imposte: Omissione notifica atto – Cass. Civ., sez. V, 25/05/2018, n. 13137
Postato da : Redazione, giugno 2, 2018

In materia di riscossione delle imposte, atteso che la correttezza del procedimento di formazione della pretesa tributaria è assicurata mediante il rispetto di una sequenza procedimentale di determinati atti, con le relative notificazioni, allo scopo di rendere possibile un efficace esercizio del diritto di difesa del destinatario, l’omissione della notifica di un atto presupposto costituisce


Accertamento delle imposte sui redditi: la Suprema Corte ribadisce l’onere a carico dell’Amministrazione finanziaria in caso di omessa dichiarazione
Cass. civ., Sez. V, 09/05/2018, n. 11043
Postato da : Redazione, maggio 14, 2018

In tema di accertamento delle imposte sui redditi, l’Amministrazione finanziaria, ove sia omessa la dichiarazione da parte del contribuente, può ricorrere a presunzioni anche prive dei requisiti di gravità, precisione e concordanza, ma deve comunque tenere conto anche delle componenti negative di reddito emerse dagli accertamenti, sicché qualora non sia possibile accertare i costi, questi


IRAP ed attività artistica: contribuente conta esclusivamente sulle proprie capacità professionali, con conseguente assenza di elementi di organizzazione anche minima
Cass. civ., Sez. V, 27/04/2018, n. 10221
Postato da : Redazione, maggio 1, 2018

In tema di IRAP, l’attività artistica costituisce un elemento presuntivo idoneo a sorreggere l’apprezzamento, congruamente motivato, del giudice tributario, secondo cui il contribuente risulta contare esclusivamente sulle proprie capacità professionali, con conseguente assenza di elementi di organizzazione anche minima, sicché, nonostante la produzione di un reddito cospicuo, non è assoggettato all’imposta.


TARSU: è legittima la delibera comunale di approvazione del regolamento e delle tariffe in cui la categoria degli esercizi alberghieri sia assoggettata ad una tariffa notevolmente superiore
Cass. civ. Sez. V, 04/04/2018, n. 8309
Postato da : Redazione, aprile 5, 2018

In tema di TARSU, è legittima la delibera comunale di approvazione del regolamento e delle relative tariffe in cui la categoria degli esercizi alberghieri venga distinta da quella delle civili abitazioni, ed assoggettata ad una tariffa notevolmente superiore a quella applicata a queste ultime. Infatti, la maggiore capacità produttiva di un esercizio alberghiero rispetto ad


In tema d'imposta sulla pubblicità, sono esenti solo i veicoli di proprietà di un'impresa di autotrasporto realmente impiegati in tale attività
Cass. civ. Sez. V, 04/04/2018, n. 8276
Postato da : Redazione, aprile 5, 2018

In tema d’imposta sulla pubblicità, sono esenti, ex art. 13, comma 4 bis, del d.lgs. 15 novembre 1993, n. 507, solo i veicoli di proprietà di un’impresa di autotrasporto realmente impiegati in tale attività, anche per conto terzi, e non anche quelli di proprietà di un’impresa di produzione di beni e servizi che effettui, come


 accertamento dei redditi

accertamento dei redditi

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.