Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 – Codice dei contratti pubblici

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Concessionario dell'attività di esercizio di giochi di abilità e concorsi pronostici: dei danni arrecati dal fatto illecito del concessionario risponde l'autorità ministeriale concedente
Cass. civ. Sez. III, 20/02/2018, n. 4026
Postato da : Redazione, febbraio 21, 2018

L’inserimento del concessionario dell’attività di organizzazione e di esercizio di giuochi di abilità e concorsi pronostici nell’apparato organizzativo della pubblica amministrazione comporta che dei danni arrecati dal fatto illecito del concessionario medesimo risponda l’autorità ministeriale concedente, titolare del potere di vigilanza e controllo.


L'onere per l'appaltatore di iscrizione della riserva per i maggiori costi sostenuti sorge sin dal momento in cui il danno risulti percepibile secondo un criterio di ordinaria diligenza
Cass. civ. Sez. VI, Ordinanza, 28/12/2017, n. 31094
Postato da : Redazione, gennaio 4, 2018

L’onere per l’appaltatore di tempestiva iscrizione della riserva per i maggiori costi sostenuti e/o per il pregiudizio derivatogli dalla sospensione sorge sin dal momento in cui la potenzialità dannosa della stessa risulti concretamente percepibile secondo un criterio di ordinaria diligenza: tale momento, pertanto, non va necessariamente collegato alla cessazione della sospensione ed alla ripresa dei


Cons. Stato Sez. V, 10/10/2017, n. 4680
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

A fronte dell’immodificabilità dell’offerta sono tuttavia modificabili le relative giustificazioni, ed in particolare sono consentite giustificazioni sopravvenute e compensazioni tra sottostime e sovrastime, purché l’offerta risulti nel suo complesso affidabile al momento dell’aggiudicazione e a tale momento dia garanzia di una seria esecuzione del contratto.


Cons. Stato Sez. III, 10/10/2017, n. 4682
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

Per le gare bandite anteriormente all’entrata in vigore del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, nelle ipotesi in cui l’obbligo di indicazione separata dei costi di sicurezza aziendale non sia stato specificato dalla legge di gara, e non sia in contestazione che dal punto di vista sostanziale l’offerta rispetti i costi minimi di sicurezza aziendale,


Cons. Stato Sez. III, 04/10/2017, n. 4631
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

I contratti onerosi stipulati tra due pubbliche amministrazione (una di esse autorizzata ad operare sul mercato) costituiscono contratti di appalto, anche qualora l’amministrazione che si trova ad operare quale contraente privato non persegua un preminente scopo di lucro, non abbia una struttura imprenditoriale e non assicuri una continua presenza sul mercato. La natura di appalto


Cons. Stato Sez. V, 03/10/2017, n. 4614
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

Assume particolare pregnanza nell’ordinamento, evidenziando il rilievo dell’economia dell’immateriale, la pratica dei contratti di sponsorizzazione, che ha per gli stessi contratti pubblici la disciplina generale nell’art. 19 del D.Lgs. n. 50 del 2016 (cfr. art. 199-bis D.Lgs. n. 163 del 2006), e una particolare applicazione nel settore dei beni culturali (art. 120 D.Lgs. 22 gennaio


 codice dei contratti pubblici

codice dei contratti pubblici

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.