Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 – Codice dell’ordinamento militare

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Cons. Stato Sez. IV, 30/10/2017, n. 4990
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

Nella impugnativa avverso i giudizi di avanzamento dei militari, la censura di eccesso di potere in senso assoluto presuppone comunque una figura di ufficiale con precedenti di carriera costantemente ottimi, cioè tutti giudizi finali apicali, massime aggettivazioni nelle voci interne, conseguimento del primo posto nei corsi basici, di applicazione e di aggiornamento, esenti da qualsiasi


Cons. Stato Sez. IV, 27/10/2017, n. 4960
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

In tema di esclusione di un soggetto da un concorso per l’arruolamento di allievi finanzieri per l’accertato possesso di sostanze psicotrope, appare fondata la valutazione di insussistenza dei prescritti requisiti di moralità e di condotta, oggetto di una valutazione ampiamente discrezionale da parte dell’Amministrazione, la quale non è impedita – come invece vorrebbe l’appellante –


Cons. Stato Sez. IV, 27/10/2017, n. 4957
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

La posizione del militare consumatore di sostanze stupefacenti durante il tempo in cui riveste tale funzione è eo ipso ostativa alla permanenza in servizio del medesimo.


Cons. Stato Sez. IV, 23/10/2017, n. 4860
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

In sede di avanzamento degli ufficiali, i curricula degli aspiranti presentano profili di altissimo valore, sicché le sfumature che li separano e li contraddistinguono costituiscono (ovviamente in assenza dei denunciati vizi sintomatici di una macroscopica disfunzione) espressione di valutazioni di stretto merito, istituzionalmente riservate alla Commissione. Pacifico e incontrastato, infatti, è rimasto l’indirizzo interpretativo giurisprudenziale


Cons. Stato Sez. IV, 03/10/2017, n. 4584
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

Nei confronti di un militare, ogni sanzione disciplinare deve essere preceduta dalla contestazione degli addebiti che deve essere precisa e congrua per quanto riguarda i tempi e le modalità di svolgimento del procedimento disciplinare, in assenza della quale il provvedimento disciplinare deve ritenersi illegittimo. Il giudizio di inidoneità all’avanzamento per anzianità del militare, caratterizzato da


Cons. Stato Sez. IV, 29/09/2017, n. 4548
Postato da : Redazione, novembre 25, 2017

Nel procedimento di accertamento dell’idoneità sufficiente, rispetto ai profili sanitari occorrenti per il mantenimento del militare in servizio, il giudizio di inidoneità non equivale per forza al riconoscimento dell’esistenza di uno stato patologico globale e permanente, ma significa solo che le caratteristiche fisiche del militare non corrispondono più ai livelli richiesti per il buono e


 codice dell’ordinamento militare

codice dell’ordinamento militare

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.