Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Legge 5 febbraio 1992, n. 104 – Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Il diritto a scegliere la sede più vicina al domicilio del genitore affetto da handicap grave o di non essere trasferito da tale sede è condizionato all'accertamento dall'apposita Commissione sanitaria
Cass. civ., Sez. lav., 19/04/2018, n. 9725
Postato da : Redazione, aprile 20, 2018

Il diritto a scegliere la sede più vicina al domicilio del genitore affetto da handicap grave o di non essere trasferito da tale sede è condizionato all’accertamento dall’apposita Commissione sanitaria di cui all’art.4 delle legge n.104/1992, non essendo consentita la sua dimostrazione mediante documentazione medica di diversa provenienza.


Il ricovero dell'assistito in una casa di cura a spese dell'erario non fa sorgere l'obbligo, per tutto il tempo della stessa degenza, di corresponsione dell'indennità di accompagnamento
Cass. civ. Sez. lav., 05/03/2018, n. 5059
Postato da : Redazione, marzo 8, 2018

Il ricovero dell’assistito in una casa di cura a spese dell’erario non fa sorgere l’obbligo, per tutto il tempo della stessa degenza, di corresponsione dell’indennità di accompagnamento. Pertanto, una volta accertata la contemporanea erogazione del servizio di ricovero gratuito in casa di cura e dei ratei dell’indennità di accompagnamento nell’arco dello stesso periodo di tempo


Indennità di frequenza per i minori di diciotto anni e L. n. 289/90: la durata del beneficio è commisurata al periodo di svolgimento del corso ed alla reale durata del corso
Cass. civ. Sez. lav., 05/03/2018, n. 5057
Postato da : Redazione, marzo 8, 2018

In tema di indennità di frequenza in favore dei minori di diciotto anni che si trovino nelle condizioni stabilite dalla legge n. 289 del 1990, la durata del beneficio è commisurata al periodo di svolgimento del corso ed è correlata alla reale durata del corso, onde il termine finale – alla stregua del dettato normativo


La Suprema Corte chiarisce l’effettività della tutela del disabile in relazione al rapporto di lavoro part time ed, in particolare, del rapporto part time verticale
Cass. civ. Sez. lav., 20/02/2018, n. 4069
Postato da : Redazione, febbraio 21, 2018

Dal complesso delle fonti normative emerge la necessità di una valutazione comparativa delle esigenze dei datori di lavoro e dei lavoratori, anche alla luce del principio di flessibilità concorrente con quello di non discriminazione, e della esigenza di promozione, su base volontaria, del lavoro a tempo parziale, dichiarato nell’Accordo quadro, alla base della Direttiva (


Assegno ordinario di invalidità: la Suprema Corte chiarisce i termini della verifica da effettuare ai fini del suo riconoscimento
Cass. civ. Ordinanza, Sez. lav., 22/12/2017, n. 30871
Postato da : Redazione, gennaio 4, 2018

Ai fini del riconoscimento dell’assegno ordinario di invalidità, la sussistenza del requisito posto dall’art. 1, I. n. 222/1984, concernente la riduzione a meno di un terzo della capacità di lavoro dell’assicurato in occupazioni confacenti alle sue attitudini, deve essere verificata con riferimento non solo ad attività lavorative sostanzialmente identiche a quelle precedentemente svolte dall’assicurato (e


Sussistenza del requisito reddituale per l'assegnazione della pensione di inabilità: assume rilievo anche il reddito del coniuge
Cass. civ. Sez. lav., Ordinanza, 12/12/2017, n. 29766
Postato da : Redazione, dicembre 14, 2017

Ai fini dell’accertamento della sussistenza del requisito reddituale per l’assegnazione della pensione di inabilità agli invalidi civili assoluti, di cui all’art. 12 della legge n. 118 del 1971, assume rilievo non solamente il reddito personale dell’invalido, ma anche quello (eventuale) del coniuge del medesimo, onde il beneficio va negato quando l’importo di tali redditi, complessivamente


 legge 104 1992

legge 104 1992

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.