Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Legge 15 luglio 2009, n. 94 – Disposizioni in materia di sicurezza pubblica

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Cass. pen. Sez. V, 02/03/2017, n. 31454
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Ai fini della configurabilità della circostanza aggravante della minorata difesa, l’età avanzata della vittima del reato, a seguito delle modificazioni legislative introdotte dalla L. n. 94 del 2009, rileva in misura maggiore, attribuendo al Giudice il compito di verificare, allorchè il reato sia commesso in danno di persona anziana, se la condotta criminosa posta in


Cass. pen. Sez. II, 23/03/2016, n. 13239
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Il rinvio operato dal secondo comma dell’art. 629 cod. pen. all’ultimo capoverso dell’art. 628 cod. pen., quanto alle circostanze aggravanti applicabili al delitto di estorsione, deve intendersi riferito, dopo le modifiche apportate dalla legge n. 94 del 15 luglio 2009, all’attuale terzo comma del predetto art. 628, e non al comma quarto concernente il concorso


Cass. pen. Sez. VII Ordinanza, 10/03/2016, n. 19290
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Anche a seguito delle modifiche introdotte all’art. 41 bis Ord. Pen. dalla legge n. 94 del 2009, il controllo di legalità del Tribunale di sorveglianza sul decreto di proroga del regime di detenzione differenziato consiste nella verifica, sulla base delle circostanze di fatto indicate nel provvedimento, della capacità del soggetto di mantenere collegamenti con la


Cass. pen. Sez. II, 26/03/2015, n. 28096
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Le modifiche introdotte nella L. n. 575 del 1965, art. 2 bis, dalle L. n. 125 del 2008 e L. n. 94 del 2009, non hanno modificato la natura preventiva della confisca emessa nell’ambito del procedimento di prevenzione, sicchè rimane tuttora valida l’assimilazione dell’istituto alle misure di sicurezza e, dunque, l’applicabilità, in caso di successioni


Cass. pen. Sez. V, 31/10/2014, n. 10105
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Gli artt. 104 e 104 bis disp. att. c.p.p., in virtù della novella introdotta con L. n. 94 del 2009, determinando il superamento della disciplina previgente che stabiliva tout-court un richiamo, per il sequestro preventivo, delle regole in materia di sequestro probatorio, hanno formalizzato le modalità di esecuzione del sequestro preventivo di beni aziendali mediante


 norme pubblica sicurezza

norme pubblica sicurezza

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.