Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home
Giudizi di responsabilità civile promossi contro lo Stato, ex L. 1988/117: la Suprema Corte chiarisce la competenza per territorio qualora siano coinvolti più giudici
Cass. Civ., sez. unite, 07/06/2018, n. 14842
Postato da : Redazione, giugno 10, 2018

Nei giudizi di responsabilità civile promossi contro lo Stato, ai sensi della legge 17 aprile 1988, n. 117, per il risarcimento dei danni conseguenti a comportamenti, atti o provvedimenti posti in essere da magistrati con dolo o colpa grave nell’esercizio delle loro funzioni, quando più giudici, di merito e di legittimità, cooperino a fatti dolosi


La Suprema Corte pone un principio di diritto in ordine ad azione di responsabilità civile proposta contro il Ministero della giustizia per fatto illecito di magistrati
Cass. Civ., sez. III, 29/05/2018, n. 13389
Postato da : Redazione, giugno 2, 2018

Posta in base a giudicato esterno la non applicabilità della legge 13 aprile 1988, n. 117 ad azione di responsabilità civile proposta contro il Ministero della giustizia per fatto illecito di magistrati, non trovano applicazione l’art. 13 e le limitazioni che tale norma pone rispetto all’azione civile per il risarcimento del danno, ossia la costituzione


Cass. civ. Sez. III, 10/01/2017, n. 258
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

La scelta del legislatore del 2015, con l’approvazione della legge n. 18 di quell’anno, non è stata nel senso di prevedere un’autonoma apposita azione di responsabilità nei confronti dello Stato per violazione del diritto dell’Unione, bensì di ridefinire i presupposti della responsabilità dello Stato per i danni derivanti ai singoli da comportamenti, atti e provvedimenti


Cass. civ. Sez. Unite Ordinanza, 23/06/2015, n. 13018
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

Il magistrato la cui condotta professionale sia stata oggetto di una domanda risarcitoria ex lege n. 117 del 1988 non assume mai la qualità di debitore di chi tale domanda abbia proposto. Ciò per l’assorbente ragione che la domanda (anche dopo la L. n. 18 del 2015) può essere proposta solo ed esclusivamente nei confronti


Cass. pen. Sez. VI, 18/03/2015, n. 16924
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

L’azione di risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie esercitata ai sensi della legge 117/1988 anche dopo le modifiche introdotte dalla L. n. 23 del 2015, non costituisce per sè ragione idonea e sufficiente ad imporre la sostituzione del singolo magistrato.


Cass. civ. Sez. VI – 3 Ordinanza, 29/01/2015, n. 1715
Postato da : Redazione, novembre 23, 2017

L’esclusione della proponibilità di un’azione diretta nei confronti del singolo magistrato ritenuto autore di atti giurisdizionali lesivi non integra alcuna limitazione dei diritti costituzionali o dell’Unione Europea o di quelli previsti da ulteriori normative sovranazionali, relativi alla facoltà di agire del danneggiato, riferita al risarcimento dei danni dedotti come derivanti dal concreto esercizio dell’attività giurisdizionale


 responsabilità civile dei magistrati

responsabilità civile dei magistrati

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.