Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Decreto del Presidente della Repubblica 23 gennaio 1973, n. 43 – Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative in materia doganale

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Prestazioni patrimoniali imposte dall'Autorità Portuale per lo sbarco e l'imbarco di passeggeri o merci: i chiarimenti della Suprema Corte
Cass. civ., Sez. III, 04/05/2018, n. 10604
Postato da : Redazione, maggio 7, 2018

In materia di prestazioni patrimoniali imposte dall’Autorità Portuale per lo sbarco e l’imbarco di passeggeri o merci, previste a carico anche dei rappresentanti dei vettori e, quindi, pure dei raccomandatari, non esonera la raccomandataria dall’obbligo di pagamento l’esclusione, da parte della raccomandante, della sua rappresentanza in ordine alle sole controversie sul pagamento delle prestazioni medesime,


La Suprema Corte chiarisce la modalità di determinazione del valore in dogana di prodotti fabbricati in base a modelli e con marchi oggetto di contratto di licenza e importati dalla licenziataria
Cass. civ. Sez. V, 06/04/2018, n. 8473
Postato da : Redazione, aprile 9, 2018

In tema di diritti doganali, ai fini della determinazione del valore in dogana di prodotti che siano stati fabbricati in base a modelli e con marchi oggetto di contratto di licenza e che siano importati dalla licenziataria, il corrispettivo dei diritti di licenza va aggiunto al valore di transazione, a norma dell’art. 32 del regolamento


La Suprema Corte chiarisce quando l'importatore in buona fede è esente da responsabilità
Cass. civ. Sez. V, 19/01/2018, n. 1303
Postato da : Redazione, gennaio 22, 2018

L’art. 220, p. 2, comma 1, lett. b, del Codice Doganale Comunitario esenta da responsabilità l’importatore in buona fede in casi tassativi circoscritti. Questa Suprema corte ha chiarito che essa, per essere applicata, richiede un compiuto esame da parte del giudice sulla ricorrenza della buona fede, che va dimostrata dal soggetto che intende avvalersi dell’agevolazione,


Spettano alla competenza dell'agenzia delle entrate e non già a quella dell'agenzia delle dogane l'accertamento e la riscossione dell’Iva intracomunitaria al di fuori degli spazi doganali
Cass. civ. Sez. VI, Ordinanza, 29/12/2017, n. 31235
Postato da : Redazione, gennaio 4, 2018

Posto che l’obbligazione doganale all’importazione non comprende l’Iva all’importazione e che l’autorità doganale è quella chiamata ad occuparsi dell’obbligazione doganale all’importazione, di modo che soltanto per economia di procedimenti l’agenzia delle dogane riscuote l’Iva all’importazione negli spazi doganali, spettano alla competenza dell’agenzia delle entrate e non già a quella dell’agenzia delle dogane l’accertamento e la


Cass. civ. Sez. VI – 5 Ordinanza, 29/10/2015, n. 22176
Postato da : Redazione, novembre 24, 2017

Il sistema di accertamento delle violazioni doganali, delineato dal D.P.R. 23 gennaio 1973, n. 43, e dal Reg. (CEE) 12 ottobre 1992, n. 2913/92 presuppone una precisa articolazione della competenza sul territorio, prevedendo, per ogni attività o situazione considerata, una precisa dogana competente per territorio, individuabile in ragione di un criterio di collegamento, esplicitamente o


Cass. civ. Sez. VI – 5, 29/07/2015, n. 16109
Postato da : Redazione, novembre 24, 2017

La sanzione applicabile all’importatore che si avvale del sistema di sospensione del versamento dell’Imposta sul valore aggiunto all’importazione senza immettere materialmente nel deposito IVA la merce extra UE va individuata nel paradigma normativo di cui al D.Lgs. n. 472 del 1997, art. 13 a nulla rilevando il contenuto precettivo del D.P.R. n. 633 del 1972,


 testo unico dogane

testo unico dogane

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.