Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home
Dichiarazione di pubblica utilità relativa alla realizzazione di un parco archeologico: giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo
Cass. civ., Sez. unite, 16/04/2018, n. 9334
Postato da : Redazione, aprile 18, 2018

La dichiarazione di pubblica utilità relativa alla realizzazione di un parco archeologico, nel quadro di un intervento di tutela e di valorizzazione del patrimonio archeologico comunale, costituisce una scelta della pubblica amministrazione che in parte è obbligata, in quanto dipendente dall’esistenza e dal rinvenimento di reperti archeologici, e in parte è discrezionale, quanto alla destinazione


La tempestiva opposizione alla stima da parte dell'espropriato fa venir meno l'efficacia vincolante della stima stessa per tutti i soggetti del rapporto espropriativo
Cass. civ. Sez. I, 26/01/2018, n. 2035
Postato da : Redazione, gennaio 29, 2018

La tempestiva opposizione alla stima da parte dell’espropriato fa venir meno l’efficacia vincolante della stima stessa per tutti i soggetti del rapporto espropriativo, con la conseguenza che l’espropriante può legittimamente svolgere, in giudizio, le sue difese in ordine all’accertamento dell’indennità di esproprio. Quanto al regime delle preclusioni gravanti sull’espropriante convenuto in giudizio, nell’ipotesi in cui


Le ragioni di pubblico interesse o necessità che legittimano l'ordine di sospensione dei lavori vanno identificate in esigenze pubbliche oggettive e sopravvenute, non prevedibili
Cass. civ. Sez. I, Ordinanza, 16/01/2018, n. 818
Postato da : Redazione, gennaio 18, 2018

In tema di appalto di opere pubbliche, “le ragioni di pubblico interesse o necessità” che, ai sensi dell’art. 30, secondo comma, del d.P.R. n. 1063 del 1962, legittimano l’ordine di sospensione dei lavori, vanno identificate in esigenze pubbliche oggettive e sopravvenute, non previste né prevedibili dall’Amministrazione con l’uso dell’ordinaria diligenza.


Indennità di espropriazione per pubblica utilità: non può ritenersi l'inedificabilità del terreno solo perché lo stesso è sottoposto al vincolo paesistico
Cass. civ. Sez. I, Ordinanza, 15/01/2018, n. 760
Postato da : Redazione, gennaio 18, 2018

Ai fini della determinazione dell’indennità di espropriazione per pubblica utilità, non può ritenersi l’inedificabilità del terreno che ne forma oggetto solo perché lo stesso è sottoposto al vincolo paesistico di cui alla legge 29 giugno 1939, n. 1497, occorrendo, invece, che risulti dai pertinenti documenti che l’inedificabilità sia stata concretamente imposta, in quanto l’esercizio dello


L’approvazione dei piani attuativi o di zona dei P.E.E.P. comporta la dichiarazione di pubblica utilità delle opere da realizzare previste in tali piani, per tutta la durata di vigenza di essi
Cass. civ. Sez. I, Ordinanza, 15/01/2018, n. 758
Postato da : Redazione, gennaio 18, 2018

L’approvazione dei piani attuativi o di zona dei P.E.E.P. comporta la dichiarazione di pubblica utilità delle opere da realizzare previste in tali piani, per tutta la durata di vigenza di essi – fissata nella legge originariamente in dieci anni e poi elevata a diciotto anni -, entro i quali devono concludersi le procedure ablative e


Se si procede all'espropriazione di un bene indiviso, l'opposizione del singolo comproprietario alla stima dell'indennità effettuata in sede amministrativa, estende i suoi effetti anche agli altri comproprietari
Cass. civ. Sez. I, Ordinanza, 29/12/2017, n. 31177
Postato da : Redazione, gennaio 4, 2018

Allorché si procede all’espropriazione di un bene indiviso, l’opposizione del singolo comproprietario alla stima dell’indennità effettuata in sede amministrativa, estende i suoi effetti anche agli altri comproprietari, con la conseguenza che il giudice deve determinare l’indennità in rapporto al bene considerato nel suo complesso ed unità, e non alle singole quote spettanti ai compartecipi.


 testo unico espropriazione pubblica utilita

testo unico espropriazione pubblica utilita

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.