Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 – Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro

Cliccare sul link ed inserire nella nuova finestra i suindicati dati per ottenere il testo aggiornato

Imposta di registro e conferimento in società di beni immobili, diritti reali immobiliari o aziende: i chiarimenti della Suprema Corte
Cass. Civ., sez. V, 08/06/2018, n. 14923
Postato da : Redazione, giugno 18, 2018

In tema di imposta di registro, l’art. 50 D.P.R. n. 131/1986, interpretato alla luce della disciplina comunitaria (Direttiva CEE n. 335/69), impone che, qualora siano conferiti in società beni immobili, diritti reali immobiliari o aziende, sono deducibili, ai fini della determinazione della base imponibile, le sole passività e gli oneri inerenti al bene o diritto


Imposta di registro, ipotecaria e catastale: l'art. 34, c. 4, del d.P.R. n. 131/1986 suppone doversi tenere conto, ai fini della tassazione della divisione tra coeredi, del rapporto genetico tra il titolo e la massa dividenda
Cass. civ. Sez. V, 28/03/2018, n. 7604
Postato da : Redazione, aprile 2, 2018

In tema di imposta di registro (nonché ipotecaria e catastale), l’art. 34, comma 4, del d.P.R. n. 131 del 1986 suppone doversi tenere conto, ai fini della tassazione della divisione tra coeredi, del rapporto genetico tra il titolo e la massa dividenda. Ne consegue che la cessione della quota di un coerede agli altri non


Imposta di registro: la Suprema Corte chiarisce l’ipotesi di collegamento negoziale fra mutuo ipotecario e conferimento alla società dell'immobile su cui grava l'ipoteca
Cass. civ. Sez. V, 28/02/2018, n. 4589
Postato da : Redazione, marzo 2, 2018

In tema di imposta di registro, nell’ipotesi di collegamento negoziale fra mutuo ipotecario e conferimento alla società dell’immobile su cui grava l’ipoteca (e senza una successiva cessione delle quote societarie), tale per cui la complessiva operazione economica risulti oggettivamente qualificabile come una compravendita, l’art. 20 del d.P.R. n. 131 del 1986 va interpretato, alla luce


Imposta di registro: l'art.1, comma 87, lett. a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205 non avendo natura interpretativa, ma innovativa, non esplica effetto retroattivo
Cass. civ. Sez. V, 26/01/2018, n. 2008
Postato da : Redazione, gennaio 29, 2018

L’art. 20 d.p.r. 131/86 nel testo modificato dall’art.1, comma 87, lett. a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 ) pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 302 del 29 dicembre l 2017- Supp. Ord. n. 62, ed entrata


La sottoposizione ad imposta di registro degli atti avviene in base alla natura dell'effetto giuridico finale, semplici o complessi che essi siano
Cass. civ. Sez. V, 17/01/2018, n. 1011
Postato da : Redazione, gennaio 18, 2018

L’incorporazione in un solo documento di più dichiarazioni negoziali, produttive di effetti giuridici distinti e l’incorporazione in documenti diversi di dichiarazioni negoziali miranti a realizzare, attraverso effetti giuridici parziali, un unico effetto giuridico finale traslativo, costitutivo o dichiarativo costituiscono tecniche operative alternative per i contribuenti, che si trovano, però, dinanzi ad una sola e costante


In tema di imposta di registro, qualora l'avviso di liquidazione sia notificato entro il termine di tre anni, è legittima la cartella di pagamento emessa entro il termine decennale di prescrizione
Cass. civ. Sez. VI, Ordinanza, 17/01/2018, n. 928
Postato da : Redazione, gennaio 18, 2018

In tema di imposta di registro, qualora l’avviso di liquidazione sia notificato entro il termine di tre anni di cui all’art. 76, comma 2, del d.P.R. 26 aprile 1986 n. 131, l’adempimento di tale onere da parte dell’Agenzia delle Entrate o del concessionario comporta la legittimità della cartella di pagamento emessa successivamente al termine decadenziale


 testo unico imposta di registro

testo unico imposta di registro

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.