Rassegna Sentenze
Massimario Giurisprudenza
Home

Servitù di elettrodotto e linee teleferiche

Servitù di elettrodotto coattivo e del passaggio coattivo di linee teleferiche

Postato da : Redazione | dicembre 25, 2017

L’articolo 1056 del codice civile stabilisce che “ogni proprietario è tenuto a dare passaggio per i suoi fondi alle condutture elettriche, in conformità delle leggi in materia” mentre il successivo articolo 1057 cod. civ. precisa che “ogni proprietario è parimenti tenuto a lasciar passare sopra il suo fondo le gomene di vie funicolari aeree a uso agrario o industriale e a tollerare sul fondo le opere, i meccanismi e le occupazioni necessarie a tale scopo, in conformità delle leggi in materia”.

A tale riguardo, appare opportuno solo sottolineare che:

a) è pacificamente consentito l’acquisto per usucapione di una servitù di elettrodotto;

b) l'intervenuto spostamento dell'elettrodotto in altra parte del fondo servente costituisce semplice modifica di una modalità della servitù, ai sensi dell'articolo 1068 del codice civile, atteso che lo spostamento del luogo della servitù non comporta rinuncia alla servitù relativa al primo elettrodotto, essendo essa la continuazione della precedente servitù (Cass. n. 4434/2009).

Servitu elettrodotto e linee teleferiche

Servitu elettrodotto e linee teleferiche

Tags

modalità di esercizio e di godimento della servitù

Cerca

Proprietà intellettuale

Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi e architettura del sito) è riservato ai sensi della normativa vigente.

I contenuti delle pagine del sito non possono, nè totalmente nè in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della Redazione, fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti delle pagine di questo sito unicamente per utilizzo personale.

Qualsiasi forma di link al presente sito se inserita da soggetti terzi non deve recare danno all'immagine e alle attività della Redazione.

E' vietato il cd. deeplinking ossia l'utilizzo non trasparente, su siti di soggetti terzi, di parti del sito.

L'eventuale inosservanza delle presenti disposizioni, salvo esplicita autorizzazione scritta, sarà perseguita nelle competenti sedi giudiziarie civili e penali.